Comune di Atzara

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

|Vai alla Cartina interattiva|

Antonio Corriga

Home > Scopri Atzara > Atzara Cultura > Museo d'Arte Moderna e Contemporanea "Antonio Ortiz Echagüe"

Antonio Corriga nasce ad Atzara nel 1923.
Atzara fin dai primissimi anni del secolo diventa meta ambita di una quantità di giovani pittori spagnoli, quali Eduardo Chicharro, Antonio Ortiz Echagüe, Bernardino de Quiros e Del Castello. Essi frequentarono il piccolo borgo per lungo tempo e importarono con la loro arte un nuovo modo di dipingere, che stimolò la curiosità di Antonio Ballero, Giuseppe Biasi, Filippo figari e Richard Scheurlen.
La frequentazione di artisti, la presenza di importanti opere d’arte, anche nelle colezioni private, ha certamente influito e stimolato la fantasia del giovane Corriga, unitamente alle sollecitazioni di Filippo Figari, diventato direttore dell’Istituto d’Arte per la Sardegna di Sassari.
Dal 1935 al 1941 Antonio Corriga si trasferisce a Sassari per frequentare l’Istituto d’Arte, dove apprende la tecnica dell’incisione da Stanis Dessy. Nel 1941-42 parte per fare il servizio militare e una volta rientrato a Sassari si diploma all’Istituto d’Arte.
Nel 1943 si trasferisce a Firenze per frequentare l’Istituto Superiore d’Arte “Magistero”, dove si diploma nel 1944, ottenendo così l’abilitazione all’insegnamento.
Dal 1944 frequenta per alcuni anni l’Accademia delle Belle Arti, sempre nel capoluogo toscano.
Trasferitosi ad Oristano apre un laboratorio di ceramica e insegna alla scuola professionale diretta da Vincenzo Urbani. Dopo qualche anno lascia l’arte della ceramica per concentrarsi unicamente sulla pittura. Nel corso della sua carriera si dedica alla rappresentazione delle diverse tematiche, il sacro, il ritratto, la tradizione popolare vista sia nelle rappresentazioni delle feste religiose che nel quotidiano, ma anche pregevoli lavori di protesta sociale.
Gli vengono commissionate numerose opere per edifici sacri tra le quali la “Crocefissione” per la parrocchiale di Fonni e la Pala di Bonaria per la chiesa della Madonna di Bonaria a Cagliari. Realizza anche illustrazioni per pubblicazioni in sardo, etichette e numerosi manifesti.
Direttore per diversi anni dell’ISOLA e attivista politico più volte eletto consigliere comunale, nel 2000 diventa direttore artistico per la Pinacoteca “Antonio Ortiz Echagüe” di Atzara. Nelle sale espositive della pinacoteca sono custodite diverse tele dello stesso autore tra le quali “Funerali di un socialista”, dipinte in memoria di Peppino Catte. Numerose opere sono conservate presso gli uffici della Regione Sardegna, della Provincia di Oristano, del Comune di Oristano, del Comune di Atzara, nella sede della Comunità Montana Barbagia-Mandrolisai.

Innumerevoli sono state le mostre a cui ha partecipato, tra le più importanti ricordiamo:
1974, Milano, Galleria Diarcon, introduzione catalogo Aligi Sassu;
1975, Oristano, Galleria Carlo Contini;
1977, Toronto, Madison Gallery;
2003, Villanova Monteleone (SS), Mostra del Sacro e della luce;
2003, Oliena (NU), Mostra dei grandi pittori sardi da Biasi a Palazzi;
2006, Sassari, Galleria Arte Spazio, collettiva;
2007, Milano, Spazio Lattuada, Mostra antologica 1949-2007;

2007, Atzara, Museo A. Ortiz Echague, Mostra Antologica 1945-2007;

Antonio Corriga vive e opera a Oristano

 
Copyright @ Comune di Atzara - Tutti i diritti riservati - P.I. 00162890917    |  Home | Contatti | Mappa del sito | Credits | Privacy | Note legali | ConsulMedia 2007